Archive for tag: La gioia del Vangelo

Il linguaggio di Francesco? Popolare, non anonimo e curiale: una boccata di ossigeno per i nostri scarsi entusiasmi

scritto da Vinicio Albanesi il 27/11/2013 in Papa Francesco, Bergoglio, papa, Evangelii gaudium, La gioia del Vangelo | lascia un commento

Il 26 novembre è cessato l’embargo alla prima esortazione apostolica di papa Francesco dal titolo Evangelii gaudium (La gioia del Vangelo) pubblicata il 24 novembre, a conclusione dell’Anno della fede. Dopo ogni Sinodo (l’ultimo, sull’evangelizzazione, celebrato dal 7 al 28 ottobre 2012) spetta al romano pontefice, sulla scia delle “proposizioni” suggerite dal Sinodo stesso, fare sintesi. È un testo particolare per lo stile, il linguaggio e i contenuti: un primo spaccato del pensiero del papa sul tema centrale della Chiesa missionaria. L’esortazione di Papa Francesco è indubbiamente una novità: benefica, incoraggiante, vicina a chi ascolta, senza giri di parole o atteggiamenti melensi. Una boccata di ossigeno per i nostri scarsi entusiasmi.

La prima novità riguarda lo stile: papa Francesco scrive in prima persona. Nel testo non è raro incontrare passaggi nei quali parla in prima persona. Alcuni esempi: “Non è compito del Papa offrire un’analisi dettagliata e completa ...

Leggi tutto

Opzione per i poveri, attenzione ai più fragili, ferma condanna delle ingiustizie: i contenuti della Evangelii gaudium

scritto da Vinicio Albanesi il 27/11/2013 in Papa Francesco, pace, Evangelii gaudium, La gioia del Vangelo, fragili, ingiustizia, poveri, dialogo, evangelizzazione, vicinanza, accoglienza | 80 commenti

Al di là di come il testo dell'esortazione apostolica Evangelii gaudium è organizzato, le novità sono molte per quanto riguarda i contenuti. La prima caratteristica espressa è la gioia (da cui il titolo dell’esortazione): una gioia vissuta perché il cristianesimo è vissuto come occasione bella da vivere; non dottrine aride, non immobilismo subìto, ma slancio verso Dio e il mondo. Il concetto è espresso con la Chiesa dalle porte aperte. Occorre essere facilitatori, non controllori: “Migliore una Chiesa accidentata, ferita, sporca, invece che chiusa nelle proprie sicurezze”.Il tema centrale della evangelizzazione è la misericordia di Dio: Cristo è venuto a guarire e a salvare. Inutili le dottrine sterili e il grigio pragmatismo della vita quotidiana. Né valgono le apparenze della religiosità che in realtà servono a se stessi, compresa la gloria umana e il benessere personale. Non servono grandi piani pastorali per dimostrare la grande organizzazione della Chiesa. Di fronte alle ...

Leggi tutto