Il 26 novembre è cessato l’embargo alla prima esortazione apostolica di papa Francesco dal titolo Evangelii gaudium (La gioia del Vangelo) pubblicata il 24 novembre, a conclusione dell’Anno della fede. Dopo ogni Sinodo (l’ultimo, sull’evangelizzazione, celebrato dal 7 al 28 ottobre 2012) spetta al romano pontefice, sulla scia delle “proposizioni” suggerite dal Sinodo stesso, fare sintesi. È un testo particolare per lo stile, il linguaggio e i contenuti: un primo spaccato del pensiero del papa sul tema centrale della Chiesa missionaria. L’esortazione di Papa Francesco è indubbiamente una novità: benefica, incoraggiante, vicina a chi ascolta, senza giri di parole o atteggiamenti melensi. Una boccata di ossigeno per i nostri scarsi entusiasmi.

La prima novità riguarda lo stile: papa Francesco scrive in prima persona. Nel testo non è raro incontrare passaggi nei quali parla in prima persona. Alcuni esempi: “Non è compito del Papa offrire un’analisi dettagliata e completa ...